LA RICOSTRUZIONE MAMMARIA

Il carcinoma della mammella rappresenta il tumore più frequente nella donna in Italia e uno dei più diffusi nel mondo. 

Si tratta di una patologia di grande rilevanza sociale con un forte impatto sulla paziente che si trova a dover affrontare, accanto ai problemi legati alla malattia, anche problemi di ordine estetico, psicologico e sociale legati alla mutilazione subita. 
Per tutti questi motivi negli ultimi 25 anni si è cercato di dare sempre maggiore importanza alla qualità della vita di queste pazienti attuando interventi sempre meno demolitivi, che a parità di radicalità oncologica, permettono una buona ricostruzione mammaria. 

Se possibile, tutte le pazienti sottoposte a mastectomia dovrebbero sottoporsi alla ricostruzione del seno contemporaneamente alla mastectomia, per evitare la mutilazione della mastectomia e per migliorare nell'immediato la qualità della vita anche nelle piccole cose quotidiane. E' sempre preferibile effettuare una ricostruzione immediata, ma questo non è sempre possibile. In tal caso si può effettuare una ricostruzione differita sia con le protesi in silicone che con il proprio grasso in base al caso.

Dott. Pietro Cavalcanti

Chirurgo Plastico